Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

DIVIETO ESPLOSIONE PETARDI

ORDINANZA IN VIGORE FINO AL 06 GENNAIO

Dettagli della notizia

Ordinanza n. 76

OGGETTO: Divieto di scoppi e/o accensione di petardi e/o altri artifici pirotecnici in tutto il territorio comunale, sia in luoghi pubblici che privati, sia all’aperto che in luoghi chiusi.

I L S I N D A C O

 

PREMESSO che è sempre più diffusa la consuetudine di festeggiare particolari eventi ed in particolare la notte di capodanno con lancio di petardi, botti, effetti luminosi ed artifici pirotecnici in genere;

CONSIDERATO che:

  • ogni anno si verificano a livello nazionale infortuni anche gravi durante l’utilizzo dei suddetti prodotti;
  • l’accensione e il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di bombolette e mortaretti ed il lancio di razzi è altresì causa di disagio negli animali d’affezione, domestici e selvatici;

RILEVATO che, a seguito dello sparo incontrollato di petardi e fuochi, si verificano ripercussioni faunistiche sugli animali selvatici e animali d’affezione, i quali, spinti da stress e spavento, provocano gravi danni per loro e pericolo per la circolazione;

RITENUTO necessario limitare il più possibile l’uso incontrollato di artifici nel territorio comunale, in cui è eccezionalmente massiccia la presenza di animali domestici allocati nei diversi quartieri, canili e colonie;

TENUTO conto che tali effetti derivano anche da quei prodotti per i quali è ammessa la vendita al pubblico, trattandosi pur sempre di materiale esplodente;

RILEVATA altresì la necessità di limitare comunque il più possibile rumori molesti nell’ambito urbano in tutte le vie e piazze ove si trovino delle persone, e in particolare in prossimità di scuole, uffici pubblici, luoghi di culto, ecc.;

CONSIDERATE le esigenze di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, di tutela della pubblica incolumità, di tutela dei consumatori, di protezione per l’ambiente, nonché del principio di libera circolazione della merci;

VISTO l’art. 57 del R.D. 18.06.1931, n. 773;

VISTO l’art. 54 del D. Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.;

VISTO il Decreto del Ministero dell’Interno del 05.08.2008;

VISTO il D. Lgs. n. 04.04.2010, n. 58;

VISTA la Direttiva 2007/23 CE;

VISTA la Direttiva 2013/29/UE recepita con il D. Lgs 123/2015 con la quale sono definite le terminologie uniche utilizzate in pirotecnia e specificatamente: articolo pirotecnico, fuoco d’artificio e articolo pirotecnico teatrale;

 

O R D I N A

 

dalla data di emissione della presente ordinanza fino al 6 Gennaio 2019 (incluso) E’ VIETATO far esplodere petardi e/o altri artifici pirotecnici in tutto il territorio comunale, sia in luoghi pubblici che privati, sia all’aperto che in luoghi chiusi, ad eccezione delle manifestazioni espressamente autorizzate.

La violazione alla presente ordinanza comporta l’applicazione della sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00, come previsto dall’art. 7-bis del D. Lgs. n. 269 del 18.08.2000, il sequestro e la confisca del materiale pirotecnico fatta salva l’applicazione di ulteriori ed eventuali sanzioni amministrative e penali.

Delle violazioni commesse dai minori risponderanno coloro i quali sono tenuti alla loro vigilanza.

Il Comando di P.M. e le altre Forze di Polizia dello Stato presenti sul territorio comunale, competenti per legge, hanno il compito di fare osservare la presente ordinanza.

 

D I S P O N E

 

che il presente provvedimento, per il tempo di validità, sia reso noto alla cittadinanza mediante affissione all’albo pretorio e pubblicazioni sul sito web dell’Ente.

Contro la presente ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione all’Albo Pretorio, ricorso al TAR Puglia, oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da proporre entro 120 giorni dalla suddetta pubblicazione (D.P.R. 24.11.1971, n. 1199).

Di trasmettere la presente ordinanza a.

  • Prefettura di Taranto;
  • Questura di Taranto;
  • Carabinieri di Ginosa;
  • Carabinieri di Marina di Ginosa;
  • Corpo Forestale dello Stato – Viale Virgilio – Marina di Ginosa;
  • Corpo Forestale dello Stato UTB – V.le Trieste,126 – Marina di Ginosa;
  • Polizia Locale di Ginosa.

Dalla residenza municipale, 17 Dicembre 2018

IL SINDACO

Vito PARISI

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina